Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 

Normative e scenari Fiscali


Fatturazione Facebook


Nel caso che un’impresa agrituristica abbia usufruito di una prestazione a pagamento da parte di  Facebook, la società,con sede in Irlanda, invia al committente una fattura con la specifica dei servizi resi con la dicitura in calce “ il cliente deve liquidare l’IVA derivante dalla presente cessione ai sensi dell’art. 196 Direttiva 2006/112/CE del Consiglio”). Questa dicitura è giustificata dal fatto che, in  caso di prestazione di servizi tra due soggetti Comunitari,   l’IVA deve essere liquidata dal destinatario della prestazione e quindi dal committente (nel nostro caso dall’azienda che ha ricevuto la prestazione da parte di Facebook). Pertanto il committente, deve applicare il reverse charge (inversione contabile); ciò comporterà che tutti gli obblighi di fatturazione, registrazione e versamento dell’IVA devono essere adempiuti dall’impresa che riceve la prestazione. In particolare, l’azienda dovrà emettere un’autofattura e registrarla sia nel registro delle  fatture emesse che nel registro delle fatture acquisti, entro 15 giorni dall’emissione e comunque prima della liquidazione periodica o della dichiarazione annuale IVA. In caso di inadempimento sono previste specifiche sanzioni che variano da un minimo di 258,00 Euro ad un massimo pari al 200% dell’imposta non versata. 
 
 
 
 
Agriturist Admin
 
 
 
Le migliori offerte per la tua vacanza

Oltre 1.000 agriturismi in tutta Italia

Abruzzo